Archivio per novembre 2012

La lista   15 comments

In fatto di liste do tranquillamente una pista a Fazio e Saviano. Sono una maniaca delle liste. Ne ho sempre  due o tre in borsa. Più le altre che girano allegramente per casa. Appena ho un minuto e mi viene in mente qualcosa da fare compilo una nuova lista. Trovo che fare delle liste abbia un che di organizzato ed efficiente. E mi dispensa dall’occuparmi delle cose elencate. Tanto c’ho la lista!

Lista della spesa, lista delle cose da fare entro fine settmana/mese/anno . Lista dei bambini da invitare al compleanno della gnoma, lista delle cose da comprare la prossima volta che vado a Londra. Lista di libri da farmi comprare dai miei amici italiani la prossima volta che vengono qua. Lista degli amici che non mi dicono più che vengono qua per paura della mia lista di.

Lista delle idee per i regali di Natale.

Quella dei regali è una lista che comincio e ricomincio perché di solito non trovo più il pizzino su cui avevo scritto quell’idea tanto originale….  comincio ad Agosto e mi ritrovo molto velocemente a corto di idee. Oppure le idee che ad Agosto sembravano dei colpi di genio (ombrellino parasole per la suocera che soffre di colpi di calura e d’estate va in giro con un ombrello da pioggia sulla testa), arrivati all’autunno sembrano decisamente impraticabili. Per la cronaca l’ombrellino glielo ho regalato comunque, perché era una bellezza anni ’30, con tutti i pezzi originali intatti, roba da fare invidia al  guardaroba di Downton Abbey. Ma l’ho sapientemente abbinato ad  uno scialle di cachemere.

Le mie liste si allungano a dismisura e alcuni sono dei pezzi d’antiquariato peggio dell’ombrellino di pizzo. Quattro anni fa, quando diedi le dimissioni dall’ufficio, compilai una lista di progetti su cui concentrarmi nelle prime settimane di casalinghitudine. E` ancora lì, crocifissa con quattro puntine da disegno sul muro dell’ingresso. La prima voce recita: sistemare gli armadi delle scarpe. Quattro anni dopo gli armadi sono ancora lì e le scarpe pure. Solo che le mie devono essersi riprodotte come i conigli perché strabordano invadendo gli scaffali di Alfa sommergendo le sue due paia di Duilio di ordinanza (come fanno gli uomini a vivere con tre paia di scarpe, o è solo il mio di marito che è particolarmente parco nel dipartimento calzature?)

Ieri Ciccio, un compagno di scuola dello gnometto maschio, è venuto a casa da noi.

Appena entrato  ha notato qualcosa di nuovo appeso al muro

“L’hai scritto tu quello, Audrey?”

“Sì caro, ti piace?”

“…”

“Vedi è la nostra check list per la mattina. Ci sono elencate tutte le cose da fare prima di uscire di casa, così non ci dimentichiamo di niente.”

Guardo Ciccio speranzosa.

Ciccio contempla in silenzio.

“Ogni membro della famiglia ha un colore diverso, vedi, gnomo ha l’azzurro, Alfa il verde, io …”

“Veramente, volevo solo dirti che breakfast si scrive senza la c . Ora vado a giocare di sopra . Ciao!”

Annunci

Pubblicato novembre 14, 2012 da propriocomeaudrey in Uncategorized